Comune di Polverara

Progetti in favore di persone in difficoltà a causa crisi economica e lavorativa

Pubblicata il 19/06/2014

Il Comune di Polverara ha aderito al “Fondo straordinario di solidarietà”, realizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo per fornire un aiuto concreto alle famiglie in difficoltà a causa della perdita o della precarietà del lavoro e prive di ammortizzatori sociali.

Il progetto prevede l’impiego di alcuni cittadini di Polverara che vivono una situazione di disagio economico a causa del loro stato di disoccupazione.

Destinatari dell’iniziativa sono quindi cittadini disoccupati, lavoratori svantaggiati in situazioni di disagio economico e sociale, giovani non ancora entrati nel mondo del lavoro.

Le persone individuate dal servizio sociale comunale provvederanno a svolgere una serie di attività pensate per valorizzare le competenze e le professionalità dei lavoratori impiegati e allo stesso tempo finalizzate a contribuire allo sviluppo solidale, sociale, culturale ed economico del territorio.
 
Le attività previste sono le seguenti:
  •  progetto artigiani a km zero (realizzazione di una guida da distribuire alla cittadinanza contenente tutte le informazioni relative alle aziende e alle associazioni del territorio e ai servizi offerti)
  • rinnovo/tinteggiatura serramenti esterni centro civico Isola dell’Abbà
  • mappatura rete idrica secondaria territorio comunale
  • sistemazione archivio comunale
  • accompagnamento e supporto ad anziani a persone con disagi fisici e sociali
I cittadini interessati, che abbiano un reddito ISEE inferiore ai 15.000 euro, possono contattare l’Assessore ai servizi sociali Marta Melina, che sarà presente in Municipio negli orari di ricevimento:
  • venerdì 20 giugno 2014 dalle 10 alle 12
  • martedì 24 giugno dalle 16.30 alle 18.30
Il progetto è realizzato grazie ad una rete sociale e territoriale che comprende  enti pubblici, enti privati e associazioni che si occupano di solidarietà: il Comune, il Centro per l’Impiego, la Caritas, oltre al promotore, la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

Autore news: Giulia Trevisan

Facebook Twitter